Motivazioni, dopamina e scopo della vita

Motivazioni, dopamina e scopo della vita



In questo articolo parliamo di:

,

Riuscire a fare tutto ciò che ami

Una frase del celebre attore Ryan Gosling è usata spesso come citazione motivazionale, e secondo noi vale la pena riportarla: “Ho imparato che è importante non porsi limiti. Puoi davvero fare tutto quello che ami, qualsiasi cosa sia”. Questa frase offre davvero molti spunti di riflessione. Perché fa riferimento a una energia propulsiva che nasce da dentro di noi, che non proviene dall’esterno ma va ricercata all’interno. E che trova nell’amore per quel che facciamo un naturale carburante.

Gosling non dice “dimostra a tutti quanti che sei il migliore e annienta ogni tuo competitor!”. Dice che per sbloccare i nostri limiti dobbiamo cercare la forza in noi stessi, e che dedicarci alle cose che ci appassionano può portarci potenzialmente a non stancarci mai. In poche parole, Ryan Gosling - consapevolmente o meno - ha parlato della motivazione intrinseca. E oggi ti spiegheremo cos’è questo tipo di motivazione e, soprattutto, come può aiutarti nella vita di tutti i giorni.

Cosa sono Motivazione Intrinseca e Motivazione Estrinseca?

La motivazione è la spinta che ci permette di crescere ed evolverci, di raggiungere i nostri obiettivi e di sviluppare buone abitudini. La motivazione, lo abbiamo detto in altri articoli, è in teoria più potente della forza di volontà. La forza di volontà è quella che mi aiuta a sforzarmi ad alzarmi alle cinque del mattino per andare a correre. La motivazione, invece, è quella cosa che mi permette di alzarmi alle cinque del mattino… contento! E senza imprecare per il sonno arretrato! Spesso però la motivazione oscilla, cala, scompare e a volte rimaniamo solo con la forza di volontà. Come dicevamo in altri articoli, infatti, la forza di volontà si può allenare visto che spesso è l’unica arma che permane a guidarci verso i nostri obiettivi. Quando la motivazione scompare, lei c’è.

Ma scavando ancora: come mai la motivazione, talvolta, scompare?

Ebbene una delle chiavi per non perdere la motivazione è innanzitutto capire la differenza fra la motivazione intrinseca (quella della citazione di Gosling) e quella estrinseca.

La motivazione estrinseca è quella che ci viene trasmessa, o spesso inculcata, dall’esterno. Sul lavoro, a scuola, nello sport, a casa: in tutti questi ambienti dobbiamo essere concentrati e impegnati in un task. E la motivazione estrinseca è quella che ci arriva dall’alto - boss, genitore, allenatore, insegnante - nella classica e ritrita forma del “bastone e della carota”. In tutti gli ambienti citati poco sopra, riceveremo incentivi, bonus, premi. Ma verremo anche minacciati da punizioni, giudizi negativi o azioni disciplinari. Il tutto per tenerci sempre “in riga”.

La motivazione intrinseca, invece, non funziona affatto così. La motivazione intrinseca viene da noi, non da un boss o allenatore o genitore. La motivazione intrinseca è quella che deriva dall’interno. Non viene imposta dall’alto ma deriva dal nostro sistema di valori e preferenze. Da quello che ci sta a cuore o, come dicevamo nella citazione iniziale, da quello che amiamo davvero fare. La differenza principale fra motivazione intrinseca ed estrinseca è dunque questa. Ecco perché essere mossi dalla motivazione intrinseca garantisce risultati migliori, una migliore costanza e anche una serenità mentale non indifferente.

La motivazione intrinseca è infatti la spinta di cui davvero abbiamo bisogno per raggiungere i nostri obiettivi e crescere. Ma come mai questo tipo di energia motivazionale supera di gran lunga quella estrinseca? La risposta più ovvia è la seguente: tutto ciò che nasce da noi è collegato al nostro sistema di valori. Quindi ci concentriamo di più sulle discipline e sulle sfide che, come dicevamo, realmente ci appassionano. Ma la risposta più complessa è che solo attraverso la motivazione intrinseca io posso davvero misurare la mia crescita. Cresco perché decido di farlo, non perché sono messo nella posizione - spesso fonte di disagio o ansia - di doverlo fare da una figura autoritaria. Cresco perché riconosco in me delle skill che decido di ampliare. E ho benzina sufficiente perché mi gratifico ogni volta che mi accorgo della mia crescita. Perché sono consapevole quanto crescere sia un atto difficile, e più riesco a migliorare - step dopo step, scalino dopo scalino - più ho un boost enorme per la mia autostima.

Scientificamente, la spinta intrinseca è la migliore anche per via del funzionamento del sistema dopaminico, talvolta già menzionato nei nostri articoli. La dopamina, messa in relazione con un sistema di ricompense esterne, è costretta a compiere un tortuoso percorso di montagne russe. Montagne russe causate da quel che viene definito L’Errore della Predizione della Ricompensa. La dopamina - se stimolata estrinsecamente, e non intrinsecamente - dovrà cioè reagire a tre possibili situazioni: la ricompensa esterna che ho ottenuto era ben più alta di quel che immaginavo (wow, errore positivo!); la ricompensa che ho ottenuto era esattamente quella che immaginavo (nessun errore); la ricompensa che ho ottenuto era una vera schifezza rispetto alle mie aspettative (delusione, errore negativo). Questo non garantisce né costanza né serenità. Ma la motivazione intrinseca, invece, stimola e accende la dopamina in maniera molto più stabile. Perché la dopamina, per i nostri intrinseci bisogni, diventa il motore che è alla base di curiosità, interesse e desiderio di nuove informazioni. Dunque non ci energizza in funzione di una ricompensa incognita, ma accompagna la nostra crescita facendoci desiderare di essere migliori. E rendendoci appagante il difficile cammino.

Dunque ribadiamolo ormai con certezza: è con la motivazione intrinseca che noi possiamo avere risultati straordinari!

Gli studi sui due tipi di motivazione hanno i loro pionieri in Edward L. Deci (professore di psicologia statunitense) e Richard M. Ryan (psicologo clinico). Deci e Ryan diventarono una squadra quando si misero a sviluppare insieme la Teoria dell’Autodeterminazione. Tale teoria mira a spiegare cosa ci motiva ogni giorno e si basa sulle necessità psicologiche umane ovvero autonomia, competenza e affinità.

Autonomia significa essere indipendenti nel compiere il nostro percorso, senza bisogno di forze esterne che vigilano su di noi, che ci danno direttive o ci controllano. La competenza è la capacità che abbiamo nel nostro settore; è spronata dal nostro desiderio di migliorarci continuamente e imparare. L’affinità è il sentirsi connessi con le persone che stimiamo e che aiutano la nostra crescita, dunque il non sentirsi soli e il non far sentire soli gli altri.

Secondo i due studiosi di Autodeterminazione, tutti gli esseri umani hanno questi bisogni psicologici basilari, la soddisfazione dei quali è essenziale per trovare davvero benessere e per funzionare. Soddisfacendo questi bisogni troveremo la vera motivazione, la vera fiamma motivazionale in grado di renderci efficienti nel mondo.

Trova la Motivazione Intrinseca

È la motivazione che guida il nostro comportamento, che ci aiuta a costruire buone abitudini rendendo leggero ogni passo. La motivazione estrinseca però ci porta a seguire ogni attività con zelo solo per rispondere a una pressione sociale: per integrarci o per sentirci riconosciuti e gratificati, o per paura di ripercussioni. Ma quando tale pressione cala, la motivazione termina. La motivazione intrinseca, d’altro canto, ci porta a seguire ogni attività con zelo perché amiamo quella attività. Ricorderai benissimo di esserti trovato per ore e ore a svolgere una attività o studiare un argomento, senza dover rendere conto a nessuno e solo per il tuo piacere. Senza ricevere voti in cambio delle tue prestazioni. Senza paura di essere licenziato in caso di errori. Questo tipo di motivazione non si spegne mai e permette di essere costanti nella crescita.

Come spiega l’imprenditore Behrouz Moemeni, la motivazione intrinseca ci rende più resilienti, elimina il rischio di burnout e ci permette di vivere anche i momenti più faticosi con soddisfazione.

Certo, per poter lavorare sulla motivazione intrinseca bisognerebbe cambiare radicalmente la società in cui viviamo. Cambiare il modo in cui la scuola e il mondo del lavoro pensano al sistema di rewards, valutazioni e incentivi. Ma mentre attendiamo questa possibile rivoluzione, tu puoi intanto lavorare su stesso e capire, come diceva la citazione di Gosling, che cos’è che ami davvero fare. E quali sono, al contrario, le attività o mansioni nelle quali ti stai semplicemente trascinando con poca voglia.

Per rinforzare la motivazione intrinseca, quello che devi fare è trovare il campo che davvero ti interessa e ti appassiona. Il nostro articolo sull’Ikigai può aiutarti in questa ricerca (lo avevi già letto?). Una volta che hai capito il campo in cui sei pronto a crescere con passione, lavora sulla soddisfazione dei tuoi bisogni psicologici. Sarà questo ad alimentare la tua vera motivazione. E dunque lavora su:

Autonomia: fai in modo che, nelle cose che ami, tu possa essere libero di esprimerti. Libero di sperimentare. Libero di scegliere tu gli obiettivi, di capire tu come performare senza ricevere la pressione di nessuno. Se questa libertà viene soffocata, la tua motivazione potrebbe spegnersi anche nel lavoro o hobby che ami di più.

Competenza: basa i tuoi obiettivi non sempre e solo sulle performance, sulle vette da raggiungere o sui record da stracciare. Ma anche sul numero di cose che impari. Attingi da più fonti possibili che ti permettano di apprendere cose nuove e goditi i momenti di apprendimento e non solo quelli legati a traguardi.

Affinità: creare connessioni ti permetterà di essere sempre motivato. Incontrare altre persone, ottenere benefici dagli scambi. Questo ti permetterà di non vedere mai morire la tua passione. Dunque lavora sul creare una rete, e magari datti uno scopo. Se hai una causa cerca di associarla ad altre cause che siano anche più grandi e più nobili. Magari quello che fai può aiutare a livello sociale, a livello di beneficenza. Arriva agli altri e tocca i loro cuori.

Consiglio pratico: Riassumi la tua vita in una frase

Altri siti web che trattano il tema di come sbloccare la motivazione intrinseca danno un interessante consiglio che ci piace riportare. Il primo passo, come dicevamo, è capire le attività che davvero amiamo rispetto a quelle in cui ci stiamo trascinando perché motivati estrinsecamente. Attenzione: essere bravi in un campo non è segno che amiamo quel campo. Potremmo essere bravi per motivi estrinseci, e dunque avere una motivazione vacillante.

Il consiglio pratico per poter capire cosa è che davvero amiamo (e dunque far felice Gosling visto che seguiamo il suo input!) consiste nel riassumere… la propria vita in una frase. Tale consiglio viene originariamente dal libro Drive dell’autore bestseller Daniel Pink. Pink ci invita a chiarificare i nostri obiettivi esistenziali e di definire noi stessi con una frase che riassuma la nostra vita. Lui offre come esempio la figura di Abraham Lincoln, la cui frase sarebbe stata “Guidò l’Unione alla vittoria e liberò gli schiavi”.

Qual è la tua frase? Cosa è che davvero ti rappresenta?

Quando sarai in grado di riassumere i tuoi scopi, allora dal giorno dopo dovrai solo andare in quella direzione.

Per non interrompere mai il tuo cammino, però, dovrai essere motivato. Motivato davvero.

Selezionati dal team

Connettiti, contattami, scambiamoci idee!

Profile Picture

Danilo Lapegna

CEO e Founder del "Kintsugi Project"

Prima volta qui? Benvenuto/a nel Kintsugi Project!"

Tantissimi contenuti gratuiti settimanali a tema benessere, formazione, filosofia, creatività, eccellenza.
+50.000 libri venduti, tra cui il best seller Amazon di psicologia di Dicembre 2023
Citati su Il Fatto Quotidiano come esempio virtuoso di self publishing

Inizia da qui
  • Neurohacking

    Prezzo di listino €17,99
    Prezzo di listino Prezzo di vendita €17,99
    NeurohackingNeurohacking
    💎 Top seller
  • Come essere felici in un mondo di merda

    Prezzo di listino €14,99
    Prezzo di listino €17,99 Prezzo di vendita €14,99
    Come essere felici in un mondo di merdaCome essere felici in un mondo di merda
  • Vincere scientificamente

    Prezzo di listino €14,99
    Prezzo di listino €17,99 Prezzo di vendita €14,99
    Vincere scientificamenteVincere scientificamente
    🎧 Audilibro e...
  • Reset!

    Prezzo di listino €14,99
    Prezzo di listino €17,99 Prezzo di vendita €14,99
    Reset!Reset!
    🎧 Audiolibro e...
  • Come realizzare cose meravigliose … in un mondo di merda!

    Prezzo di listino €14,99
    Prezzo di listino €17,99 Prezzo di vendita €14,99
    Come realizzare cose meravigliose … in un mondo di merda!Come realizzare cose meravigliose … in un mondo di merda!
  • Come avere idee fantastiche

    Prezzo di listino €14,99
    Prezzo di listino €17,99 Prezzo di vendita €14,99
    Come avere idee fantasticheCome avere idee fantastiche
  • Quaderno della GRATITUDINE, per sfiduciati cronici (e non)

    Prezzo di listino €12,99
    Prezzo di listino €14,99 Prezzo di vendita €12,99
    Quaderno della GRATITUDINE, per sfiduciati cronici (e non)Quaderno della GRATITUDINE, per sfiduciati cronici (e non)
    Top seller! 🔥
  • Agenda Kintsugi - LAVENDER

    Prezzo di listino €19,99
    Prezzo di listino €22,99 Prezzo di vendita €19,99
    Agenda Kintsugi - LAVENDERAgenda Kintsugi - LAVENDER
    Esaurito
1 di 8