I migliori consigli di vita dalla filosofia stoica

I migliori consigli di vita dalla filosofia stoica

Lo stoicismo per vivere meglio

Nei miei articoli ho spesso utilizzato precetti della filosofia orientale per guidarti nelle sfide di tutti i giorni: il problem solving, i rapporti interpersonali e anche mantenere la calma nei momenti difficili. Ma non è giusto che siano solo i filosofi orientali a occupare questi miei contenuti, visto che ho una eguale passione per i pensatori occidentali. Oggi infatti ti parlerò dello stoicismo, una corrente filosofica e spirituale fondata ad Atene ed abbracciata da illustri personaggi sia greci che romani.

Partirò soprattutto dalle opere del saggio Seneca, che ho adorato e divorato, e dal pensiero di Marco Aurelio, imperatore romano. E ti mostrerò come lo stoicismo pur essendo nato secoli fa sia ancora oggi una bussola in grado di guidare la nostra mente e la nostra morale. In grado di offrirci spunti per migliorare la nostra vita e la nostra persona.

I migliori consigli di vita dalla filosofia stoica

  1. Impara a sopportare le difficoltà. La vita umana è fatta anche di sofferenza, oltre che di bellissimi momenti. E questo bisogna accettarlo. Oggi media e social ci fanno credere che le vite degli altri siano tutte stupende, impeccabili. Che gli altri siano tutti sempre felici, vacanzieri e sempre in tiro! Questo ci rende più fragili perché, credendo a questa menzogna, diventiamo più incapaci di affrontare i momenti difficili o sfortunati della nostra esistenza. In realtà tutti soffriamo. Ma se viviamo con la paura della sofferenza o delle difficoltà, timorosi per il futuro, allora ci rovineremo anche il presente. E se ci imbattiamo in un imprevisto più o meno grande, anche in quel caso è nostro compito non finire preda della paura o dello sconforto. E soprattutto non sprecare preziose energie lamentandosi o facendo le vittime. Hai molta più forza di quella che credi. E spesso i periodi bui sono proprio questo: solo periodi. Passeranno, ma finché non sono passati tu tieni duro e trai il meglio da quello che stai passando. Guarda come quello che stai passando ti rende più saggio, più forte. Spesso è proprio nei momenti più infami che iniziamo ad apprezzare la vita e volerci più bene. Dice Marco Aurelio: “Sii come il promontorio contro cui si infrangono incessantemente i flutti: resta immobile e intorno ad esso si placa il ribollire delle acque. «Me sventurato, mi è capitato questo». Niente affatto! Semmai: «Me fortunato, perché anche se mi è capitato questo resisto senza provar dolore, senza farmi spezzare dal presente e senza temere il futuro»”
  2. Abbi cura degli amici e del tuo corpo. Per passare attraverso tutte le tempeste in cui la vita ci fa imbattere, secondo gli stoici è importantissimo coltivare gli aspetti fondamentali della nostra vita terrena. Dunque voler bene a noi stessi, in primis, e voler bene alle persone importanti che ci circondano. Insomma avere cura degli amici e della propria salute fisica. Sono questi i segreti della felicità più semplice e pura. Un amico non è solo una persona con cui passare il tempo ma una persona con cui condividere esperienze, emozioni. Da cui avere aiuto e cui dare aiuto. Per potersi creare degli amici bisogna essere cauti. Non tutte le persone che incontriamo possono essere nostre vere amicizie. Bisogna dunque imparare a discernere. Imparare a distinguere un vero amico. Quando ne troviamo uno, allora sarà non soltanto un piacere ma anche un dovere dare totale fiducia senza trattenersi. Dice Seneca: “Se consideri amico un individuo e non ti fidi di lui come di te stesso, sbagli di grosso e non conosci abbastanza il valore della vera amicizia”. E riguardo al corpo? Importantissimo avere cura del corpo in quanto tempio della nostra anima. Dobbiamo volerci bene e badare a noi stessi. Certo, spesso la nostra salute non dipende da noi stessi e possono accaderci cose brutte anche se non ce le siamo cercate. In quel caso si torna al punto 1: se la nostra anima è tranquilla e serena (come abbiamo visto nel primo punto) allora anche il corpo (anche se siamo malati, o in preda a dolori cronici, o infortunati) starà meglio.
  3. Goditi il momento presente. Ebbene sì, anche lo stoicismo vede nel mindfulness la chiave per potere vivere bene. Anche se gli antichi greci o romani non avevano le distrazioni che abbiamo noi (cellulari o tablet) anche per loro era difficile rimanere ancorati al presente. La mente umana infatti è schiava dei suoi pensieri intrusivi sul passato e sul futuro ed è difficilissimo riuscire a godersi l’attimo. Ho visto recentemente un video del grande Luciano De Crescenzo che spiega proprio i principi del “godersi il momento presente” dei filosofi antichi. Nel video di De Crescenzo lo si vede bene: questi filosofi del passato spiegavano che è inutile rifugiarsi nella malinconia per la felicità passata, e altrettanto inutile pensare solo a quello che si farà in futuro. Il vero saggio è colui che gode della bellezza dell’esatto momento in cui si trova. Che se ha sete beve e, consapevolmente, si rende conto di quanto sia bello bere. Che se ha fame mangia e, consapevolmente, si rende conto di quanto sia bello mangiare. Ricorda che noi abbiamo più distrazioni degli antichi. Se quando stai per bere e mangiare pensi solo a fotografare il cibo con lo smartphone e durante il pasto scrolli i reels di persone dall’altra parte del mondo per tutto il tempo, allora forse stai sbagliando. Perché allora è più difficile renderti conto di come è bello, per te, mangiare e bere.
  4. Studia! Ebbene sì. L’ultimo consiglio che prendo dalla filosofia stoica è proprio quello che riguarda la tua mente. Non smettere mai di studiare. E non intendo dire che tu debba seguire un percorso scolastico o prenderti una laurea. Ognuno di noi ha argomenti che lo interessano, che lo intrigano, che lo appassionano. Tu trova il tuo e accresci la tua cultura in merito. È molto più proficuo per la tua mente passare il tempo fra i libri e la ricerca che in stupide distrazioni che non ti portano da nessuna parte. Per Seneca, studiare non era solo un modo per crescere ma anche un modo per invecchiare più lentamente (visto che la mente è sempre stimolata) e anche un modo per vivere più serenamente. Lo studio riempie le nostre giornate in maniera proficua e positiva e dunque ci rende più felici.

Vivi la tua vita al meglio

In questo articolo ti ho spiegato il fatto che lo stoicismo non cerca di illuderti sul fatto che potrai avere una vita da superstar, una villa con giardino ed essere sposato a qualche influencer. Troppo spesso riceviamo stimoli di questo tipo e ci sentiamo falliti se la nostra vita non corrisponde alle ambizioni standard della società. Lo stoicismo racconta un altro tipo di verità. Lo stoicismo ti dice che la vita può essere fatta di momenti brutti, difficili. E che nessuno di noi sa come finirà. Nessuno di noi sa quanto tempo abbiamo su questo pianeta né come starà il nostro corpo durante il viaggio dell’esistenza. Per questo è importante essere presenti, concentrati in ogni momento. Assaporare ogni giornata in modo mindfulness. Coltivare i valori come l’amicizia e la crescita mentale e spirituale. In fondo lo disse proprio Seneca: "Come una commedia, così è la vita: non quanto è lunga, ma quanto bene è recitata, è ciò che importa”

1 di 6